L’infedeltà in ambito lavorativo trova fondamento normativo nell’Art. 2105 c.c., in base al quale “il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l’imprenditore, né divulgare notizie attinenti all’organizzazione e ai metodi di produzione dell’impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio”.
La normativa vigente mira quindi a tutelare l’azienda contro ogni tipo di atteggiamento particolarmente sleale, messo in atto da dipendenti o soci, che potrebbe ledere o porre in posizione di svantaggio l’azienda stessa, come ad esempio il compimento, da parte di soci o dirigenti, di atti di spionaggio e/o sabotaggio aziendale e/o comunque professionalmente scorretti.
Nel caso si sospetti di infedeltà aziendale, la Divisione Corporate Investigations di P & P INVESTIGAZIONI avvia una serie di procedure di indagine nei confronti del socio o del dipendente, finalizzate ad evidenziare e documentare tutti quei comportamenti ritenuti scorretti e dannosi nei confronti dell’azienda, e che violano il suddetto obbligo di fedeltà professionale

Torna alla sezione Investigazioni aziendali

Contattaci